fbpx

Loading...

La Via Silente: un percorso tutto da scoprire

La Via Silente: un percorso tutto da scoprire
News

Prosegue il viaggio di HiTourist alla ricerca delle eccellenze cilentane. Oggi si pedala grazie a “La Via Silente”, un progetto nato nel Dicembre del 2014 che, ogni anno, fa un ulteriore passo in avanti. A Giugno del 2014 Carla e Simona percorrono il Cilento in bicicletta, un viaggio che fa loro riscoprire il valore dell’ospitalità, l’aria pura, l’avventura e la serenità di posti incantevoli. Sulla scia di queste emozioni, grazie alla collaborazione di un gruppo di ragazzi cilentani, nasce l’Associazione Via Silente con lo scopo di valorizzare e riscoprire il territorio. Con grandi sacrifici e non pochi sforzi, questi ragazzi sono riusciti a veder realizzato il proprio sogno. Oggi La Via Silente è conosciuta in tutto il mondo ed è divenuta l’esempio di un ritorno alle tradizioni e alla natura grazie al lavoro di squadra e a un obiettivo comune: tornare a vivere il proprio territorio.

Di seguito riportiamo le informazioni principali per  immergersi nel mondo de La Via Silente:

La Via Silente è un percorso circolare di circa 600 km che ripercorre i tratti costieri e si inoltra tra le montagne di uno dei Parchi Nazionali più grandi d’Italia: il Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. Suddivisa in 15 tappe, con una tappa opzionale che raggiunge la vetta del monte Cervati (1898 m s.l.m.), la Via Silente deve il suo nome alle sonorità dei luoghi attraversati, in cui il silenzio si insedia prepotentemente, neutralizzando quasi del tutto i fastidiosi rumori delle attività umane.
Il percorso prende inizio dal paesino di Castelnuovo Cilento, a pochi chilometri dallo scalo ferroviario di Vallo della Lucania – Castelnuovo.

A Castelnuovo Cilento si trova la sede della Via Silente. E’ questo il luogo in cui ci si può registrare sul percorso ritirando “La Silentina”, documento contenente le proprie generalità che attesta la presenza del cicloviaggiatore sulla Via e garantisce vitto e alloggio a prezzi concordati. Il proprietario della struttura ricettiva, nel momento in cui accoglierà il visitatore, appone sulla Silentina un timbro con data di arrivo e nome del paese in cui la struttura risiede.

Il primo tratto collinare, assai panoramico, ritorna presto sulla costa in prossimità di Pioppi, piccolo borgo di pescatori; di qui la via segue la linea di costa per una quarantina di km per poi inoltrarsi verso l’interno risalendo, con non poca fatica, in direzione del paesino di Castellabate.
Ci vorranno circa quattrocento chilometri affinché il viandante possa rivedere il mare, ma nel frattempo avrà attraversato una terra meravigliosa, si sarà bagnato nelle acque limpide del Fiume Calore, avrà goduto dell’incantevole fascino delle grotte di Castelcivita e di Pertosa, avrà raggiunto pianori, boschi di faggio, valli punteggiate di orchidee, incantevoli borghi contadini. Il suo tempo sulla Via Silente sarà stato magico anche se non privo di difficoltà; questa Via infatti attraversa e sfida una terra aspra, selvaggia e proprio per questo autentica ed è bene che il viaggiatore ne sia consapevole da subito.