fbpx

Loading...

Cilento mare: dove si trovano le spiagge più belle del Cilento

Cilento mare: dove si trovano le spiagge più belle del Cilento
News

100 km di costa, 14 bandiere blu, due aree marine protette, questo è il Cilento, paradiso terrestre tutto da scoprire.

Se non avete ancora deciso dove trascorrere le vostre vacanze, il vostro momento di relax, dove potervi godere un mare paradisiaco, allora vi consiglio assolutamente il Cilento, terra, in Campania, che va dal golfo di Salerno, fino al golfo di Policastro. Non vi sto consigliando una terra qualsiasi, ma il Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, una zona inserita nel Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. Una natura seducente, spiagge incontaminate, acqua cristallina, molte delle quali hanno ricevuto il riconoscimento della Bandiera BLU. La bandiera blu, giusto per informazione, è un riconoscimento conferito dalla FEE (Foundation for Environmental Education) alle località costiere europee che soddisfano criteri di qualità relativi a parametri delle acque di balneazione e al servizio offerto, tenendo in considerazione ad esempio la pulizia delle spiagge e gli approdi turistici.

Insomma, il Cilento è un vero e proprio paradiso tutto da scoprire. Ecco quali sono e dove si trovano le spiagge più belle del Cilento:

[AGROPOLI]

La città di Agropoli è considerata la porta del Cilento, il punto di riferimento. La spiaggia sicuramente da visitare e vivere è la baia di Trentova, patrimonio dell’Unesco, una delle spiagge del Cilento più visitate dai turisti anche durante le calde serate della primavera. E’ stata denominata “Trentova” perché, secondo la leggenda locale, furono ritrovate, dentro una delle sue grotte, trenta uova di gabbiano o tartaruga marina. Il mare è cristallino e il fondale è molto basso, di conseguenza, la spiaggia è molto adatta a famiglie con bambini, essendo anche protetta dalla sua forma (baia).

Un’altra spiaggia da visitare è sicuramente quella di San Francesco, che prende il nome dall’omonimo scoglio. Agropoli è una città molto legata alla tradizione di San Francesco, infatti la leggenda narra che il Santo fu scacciato dal borgo antico della città e che, quest’ultimo, andò presso lo scoglio a parlare con i pesci. Anche questa spiaggia ha un mare cristallino, ma meno adatta alle famiglia, è consigliata a chi è in cerca di un momento di relax.

[CASTELLABATE]

Castellabate è diventata meta turistica soprattutto dopo il film “Benvenuti al Sud”, un film che ha avuto un grandissimo successo, tanto da portare il comune in pole position sulle classifiche dei comuni che hanno avuto maggior effetto del fenomeno del “cineturismo”.  Anche qui, come in tutto il Cilento, il mare è davvero di qualità, ma vorrei evidenziarvi la spiaggia di Punta Licosa, all’interno dell’area marina protetta di santa maria di castellabate. Uno dei siti più belli dell’intera costa cilentana.

Per raggiungerla, i modi sono due: con la barca e quindi via mare, oppure, attraversando una pineta (avviso che è proprietà privata, di un principe, di conseguenza, delle volte, potete trovarla chiusa). Ma come si dice? Il risultato finale è quello che conta, e posso garantirvi che la qualità dell’acqua e il relax che trovate in quella zona sono davvero unici e suggestivi.

[POLLICA]

Pollica è, come dice il toponimo stesso, una piccola polis. Qui vorrei evidenziarvi due frazioni importanti: Acciaroli e Pioppi.

Acciaroli è un altro luogo favoloso, più a sud di Punta Licosa, la località più nota del territorio comunale, sicuramente, per via del porto turistico e dei ristoranti situati tutt’attorno. Il turismo balneare è davvero importante, la spiaggia da raggiungere è sicuramente “spiaggia grande”, che, come dice il nome, è la più grande e attrezzata del paese. L’acqua è pulitissima, anche nei mesi più affollati, vi si accede con una comoda discesa, rendendo la spiaggia molto adatta alle famiglie con bambini. La “Spiaggia Grande” è molto ben tenuta e pulita, infatti è possibile trovare anche sacchi per la differenziata. Possiamo dire sicuramente che il comune ci tiene molto a tenerla pulita. Uno gingillo.

Adesso passiamo a Pioppi. Qui non c’è bisogno di presentazioni, la patria della dieta mediterranea. Infatti, in questa frazione, potrete trovare il museo del mare e quello della Dieta Mediterranea di Ancel Keys (famosa in tutto il mondo e patrimonio dell’Unesco) all’interno del Palazzo storico Vinciprova. Oltre a questi tanti riconoscimenti va aggiunto uno importante, perché, Pioppi, è stato considerato il mare più bello d’Italia. Ovviamente non lo dico io ma sono riconoscimenti rilasciati da Legambiente e Touring Club che, stilando la guida “il mare più bello 2019”, hanno messo al primo posto proprio Pioppi. Oltre a questo sono state riconosciute e riconfermate le 5 vele, il maggior riconoscimento per la qualità del mare. Che dire? Meta assolutamente da fare!

[ASCEA]

La spiaggia di Ascea, lunga circa 5 km, è adatta a tutti, i suoi fondali bassi, il mare molto calmo lo rende meta di molti turisti. Un posto stupendo e un ottimo connubio tra spiaggia balneare e spiaggia selvatica, con una distesa di sabbia molto molto tenera. Lungo la strada ci sono ampi e comodi parcheggi e la spiaggia si raggiunge superando la meravigliosa duna utilizzando una delle passerelle in legno, da dove parte il sentiero degli innamorati.

Consiglio di raggiungere la zona dietro la scogliera, anche se l’accesso è più difficoltoso, ma è proprio questo a renderla unica e soprattutto tranquilla.

[CENTOLA]

Palinuro, frazione del comune di Centola, è sicuramente una delle zona più richieste dei turisti che decidono di visitare il Cilento. Qui il paradiso terrestre. Le spiagge di Capo Palinuro sono splendide calette di sabbia chiara, circondati dalle alte scogliere rocciose del Capo. La spiaggia del “BuonDormire” è la più conosciuta spiaggi di Palinuro, uno dei luoghi più emozionanti del Cilento: i colori incredibili del mare, color smeraldo e la sabbia molto fina. Vicinissimo a questa spiaggia, potete godervi lo scoglio del coniglio, che prende il nome ovviamente dalla sua forma. Per raggiungere questo paradiso, partono, spessissimo, delle barche dal porto, che portano appunto i turisti sulla spiaggia e poi vengono a riprenderli. Servizi eccezionali.

Un’altra spiaggia molto conosciuta è quella dell’Arco Naturale, location di molti film come: “Ercole alla conquista di Atlantide”, “Scontro di Titani” e “Argonauti 2”. Prende questo nome perché è famosa per il suo Arco. La spiaggia è uno degli scenari più incredibili, soprattutto durante il tramonto.

Meta da non perdere è la Grotta Azzurra, raggiungibile solo con imbarcazione (tour) private o a nuoto. Lo specchio dell’acqua è di una favolosa tonalità di azzurro (da qui il nome).

[MARINA DI CAMEROTA]

Marina di Camerota è una località davvero fantastica, rimane sempre nel cuore di chi la visita. Tra le tante zone, non posso non citare la spiaggia “Cala degli Infreschi” così conosciuta per via delle differenti temperature del mare, infatti l’acqua in superfice è più fredda, mentre man mano che si scende in profondità l’acqua si riscalda. Per raggiungere questa zona mozzafiato bisogna attraversare un sentiero fitto di vegetazione, a partire da Pozzallo oppure andare via mare.

La spiaggia del “Mingardo” è la spiaggia consigliata per vivere un momento di vero relax, infatti è circondata da una bellissima pineta dove potersi rilassare in piena ombra, inoltre, più a sud, ci sono alcune dune di sabbia. Molto consigliata per le famiglie con i bambini.

Infine, e non per ordine d’importanza, la spiaggia più famosa è la spiaggia “Cala Bianca”, anch’essa (come Pioppi) dichiarata, nel 2013, la spiaggia più bella d’Italia da Legambiente e dal Touring Club. Il suo nome deriva dalla stupenda distesa di sabbia mista a piccoli ciottoli bianchi che formano la spiaggia. Il mare è cristallino e il modo migliore per godersi il panorama è sicuramente fare un’escursione in barca.  Anche questa spiaggia, ahimè, è possibile raggiungerla in due modi: il primo sempre in barca, il secondo a piedi attraversando un sentiero nel quale si trovano resti di costruzioni usate in passato per essiccare e cuocere la creta rossa. Numerose anche le grotte marine tipiche della costa cilentana.

[SCARIO]

Scario è un piccolo borgo marinaro del Comune di San Giovanni a Piro. Un posto dove potersi godere un mare trasparente ed incontaminato. In questa zona, davvero suggestiva, le principali spiagge possono essere raggiunte esclusivamente via mare e sono lungo la costa della Masseta. Ovviamente un servizio privato di traghetto, vi permetterà di raggiungere le varie spiagge. Le spiagge da visitare sono sicuramente quella “Dei Gabbiani” e quella “Dei Francesi”. Nella spiaggia dei gabbiani l’acqua è davvero trasparente, l’unica cosa da precisare è che la spiaggia è di sassi. Ma ne vale davvero la pena, posso garantirlo. La spiaggia dei francesi, a fondo sabbioso, è molto molto bella, il solo “problema” è che è assediata da turisti e di conseguenza si riempie facilmente. Bisogna recarsi quanto prima durante il giorno.

 

Ecco vi ho elencato quelle che, a mio modesto parere, sono le spiagge che davvero si contraddistinguono nel territorio cilentano, ma come sono abituato a precisare nei miei articoli/riflessioni/consigli, il Cilento è davvero una terra fantastica, con un mare davvero incantevole, quindi in ogni posto potrete trovare delle acque di qualità. Non ci credete? Allora vi aspetto nel Cilento!

Per qualsiasi informazione o chiarimento non esitate a contattare la mia agenzia turistica cilentana. Chi meglio di noi può darvi consigli giusti!?

 

Seguimi sul canale YouTube per vedere comodamente i miei video alla riscoperta del Cilento!!

 

 

Aldo Olivieri
Aldo Olivieri

Autore Articolo

Vive nel Cilento da quando aveva 5 anni. Dal 2011 ha deciso di dedicarsi al suo territorio, prima nel forum dei giovani, nell’associazionismo locale e poi nella pro loco. Dopo varie esperienze di organizzazione, promozione, realizzazione di iniziative, valorizzazione territoriale, ha fondato nel 2017, insieme ad un gruppo di amici cilentani, l’agenzia turistica Hitourist. Da allora ha cercato di unire tutte le sue passioni in quest'attività. Gli piace scoprire sempre nuove curiosità, ma soprattutto ama la sua terra. Ha deciso, così, di divulgare e far conoscere il Cilento con i mezzi a sua disposizione.